L’”equilibrio” delle nostre lingue? Sulla bilancia

Spesso le parole vengono usate senza il peso che sarebbe necessario dedicare loro, e spesso il loro significato usuale – quello del bar o della strada, ma in alcuni casi anche della letteratura – è su un piatto di una bilancia in equilibrio tra la storia – o meglio, l'etimologia – e il risultato di … Leggi tutto L’”equilibrio” delle nostre lingue? Sulla bilancia

Annunci

La cappella Bentivoglio, monumento di un Rinascimento inconsueto

Valore tra i più ampi dell’estetica occidentale, l’equilibrio è al contempo un’insidia sottile per gli storici dell’arte. La loro disciplina nacque in parte dalla riflessione sette- e ottocentesca sul Rinascimento italiano, fenomeno lodato per la razionalità compositiva che si presumeva ne caratterizzasse i capolavori pittorici, scultorei e architettonici. Tale chiarezza logica sarebbe stata l’espressione visiva … Leggi tutto La cappella Bentivoglio, monumento di un Rinascimento inconsueto

La vita: un equilibrio nel conflitto

Il primo filosofo moderno a rendersi conto della stringente urgenza di una rivalutazione moderna della cultura greca pre-socratica è stato, ormai più di 140 anni fa, Friedrich Nietzsche. Questo filosofo tedesco controcorrente, critico nei confronti della modernità, deciso nel “filosofare col martello”, è famoso per aver tessuto uno dei più grandi elogi di questa cultura. … Leggi tutto La vita: un equilibrio nel conflitto

Oltre la soglia: il caso del Lazarillo de Tormes e la nascita del realismo moderno

La soglia narrativa è stata analizzata in diversi studi eminenti, come Seuils dello strutturalista francese Gerard Genette, che per primo propose una classificazione e una definizione puntuale dell’oggetto in esame.[1] Definisco qui soglia narrativa quello spazio liminare che svolge certe funzioni specifiche: introduce il testo finzionale, stabilisce il contatto comunicativo, segna una frontiera tra il … Leggi tutto Oltre la soglia: il caso del Lazarillo de Tormes e la nascita del realismo moderno

Formule in padella: Fisica Pop(Corn)!

Il fenomeno dello scoppio dei popcorn è qualcosa che fa parte della nostra vita quotidiana, ma di cui raramente sentiamo parlare in termini scientifici. Si tratta di una vera e propria piccola esplosione e, affinché avvenga, l'equilibrio tra la pressione interna e la forza esercitata dal guscio esterno deve rompersi al momento giusto. Nei pochi … Leggi tutto Formule in padella: Fisica Pop(Corn)!

La questione ariana: l’equilibrio (mancato) dopo il concilio di Nicea

Nel 325 d.C. a Nicea (oggi Iznik, in Turchia), sul mar di Marmara, circa 300 vescovi provenienti dalle comunità cristiane di tutto l'Impero, anche se con una rilevante maggioranza orientale,[1] si riunirono in quello che sarebbe stato il primo concilio ecumenico della storia del cristianesimo: il concilio di Nicea, appunto. Il concilio fu convocato e … Leggi tutto La questione ariana: l’equilibrio (mancato) dopo il concilio di Nicea

L’economia europea e il dilemma del prigioniero

Prima della prossima crisi finanziaria globale ho pensato che sarebbe stato carino spezzare una lancia a favore del concetto di stabilità in economia. A tal fine inizierò fornendo alcuni cenni di teoria dei giochi. La teoria dei giochi ha a che fare con la natura “strategica” delle relazioni economiche: una interazione è detta “strategica” quando … Leggi tutto L’economia europea e il dilemma del prigioniero

La malattia di Ménière: l’equilibrio, l’orecchio e Van Gogh

Il mantenimento dell’equilibrio è una funzione complessa: fare in modo che il baricentro del corpo, che si trova grossomodo all’altezza dell’ombelico, rimanga entro l’area d’appoggio individuata dai piedi è solo una delle diverse attività che l’organizzatore centrale del movimento deve compiere nel corpo umano in “equilibrio”. Con il movimento la posizione del baricentro cambia continuamente … Leggi tutto La malattia di Ménière: l’equilibrio, l’orecchio e Van Gogh

L’”inaccessibile altrove” e la maschera di Dioniso

Jean-Pierre Vernant, immerso nel dibattito novecentesco riguardante le origini della tragedia attica, definisce quest’ultima un’"invenzione", una forma autonoma che, distanziandosi dalle proprie origini religiose e dionisiache, si riempie di nuovi contenuti storici e assume i connotati della "finzione", diventando luogo in cui l’eroe tragico, appartenente al mondo remoto dell’epos, viene messo in scena per affermare … Leggi tutto L’”inaccessibile altrove” e la maschera di Dioniso