La struttura del Bellum Poenicum

La tradizione frammentaria di un’opera, in particolar modo se l’interesse primario degli autori delle citazioni è rivolto alle particolarità linguistiche e grammaticali del testo di partenza, costituisce un limite insuperabile per la ricostruzione dell’ordinamento originale della sua materia, che può essere, di conseguenza, tentata solamente in forma orientativa e ipotetica. Nel caso del Bellum Poenicum, … Leggi tutto La struttura del Bellum Poenicum

Annunci

Il fiore reciso: sulla mutilazione genitale femminile

Waris si alzò prima dell'alba, uscì in punta di piedi dall'accampamento e cominciò a correre nel deserto senza meta, sapendo di dover correre più veloce di suo padre, se avesse voluto evitare di sposare lo sconosciuto sessantenne al quale era stata promessa in cambio di qualche cammello. All'epoca, Waris Dirie aveva solo tredici anni e … Leggi tutto Il fiore reciso: sulla mutilazione genitale femminile

Le altezze dei padri ricadono sui figli (più o meno)

La cronaca politica degli ultimi tempi ha riproposto, non senza animosità, l’annosa questione filosofica sul rapporto tra le scelte dei padri e le loro conseguenze sui figli. Molto ancora si potrebbe dire della responsabilità individuale, anche se, dalla Bibbia alla Costituzione, sono molti i testi in cui posizioni precise sono state già presentate. Forse è … Leggi tutto Le altezze dei padri ricadono sui figli (più o meno)

Mitra, il bue e l’asinello: tradizioni pagane nella tradizione cristiana

Da bravo meridionale, il Natale significa per me (oltre che pranzi interminabili e maglioni dai colori improponibili) una cosa in particolare: il presepe! Ogni anno a casa allestiamo una sorta di studio di Cinecittà, uno spazio immenso sul quale ricreiamo (quasi scala 1:1!) la nostra Betlemme con tanto di pastori stupiti, re Magi sui loro … Leggi tutto Mitra, il bue e l’asinello: tradizioni pagane nella tradizione cristiana

Il filologo: cosa fa, ma soprattutto cosa non fa. Pillole di filologia per principianti

La settimana scorsa mi sono trovata, al di là di ogni aspettativa (e di ogni speranza), dentro la sede “Richelieu” della Bibliothèque Nationale de France, con in mano il Supplèment grec 388, prezioso manoscritto di X secolo. Senza accorgermene, ho passato tre ore a sfogliarlo devotamente. È un codice piccoletto e porta chiari segni della … Leggi tutto Il filologo: cosa fa, ma soprattutto cosa non fa. Pillole di filologia per principianti

Callimaco nei rotoli di tasse: una tradizione inaspettata

Chi non ha un po’ di familiarità con i papiri è sicuramente abituato a pensare a fogli pressoché sbriciolati e illeggibili, contenenti documenti infiniti e noiosissimi, se non addirittura indecifrabili. Quello che invece rivelano è un mondo variopinto, una quotidianità che non può non impressionarci per la sua vicinanza con la nostra. Immaginate che qualcuno tra … Leggi tutto Callimaco nei rotoli di tasse: una tradizione inaspettata

La dialettica della tradizione in Pier Vincenzo Mengaldo

Inserirsi in una linea di linguaggio e analisi codificata, sicura e definita o scardinare quella stessa linea? Rielaborare i dati certi – verrebbe da dire tradizionali – volgendo il proprio operato ad un tentativo di sintesi o ristrutturarli per definire nuovi concetti e nuove traiettorie interpretative? In un solo interrogativo, più semplice e dicotomico: inserirsi … Leggi tutto La dialettica della tradizione in Pier Vincenzo Mengaldo

Il rispetto della tradizione nell’opera di Guido Canali a Parma

  In architettura la tradizione è un elemento centrale, non solo inteso come ripresa di elementi e linguaggi ma anche come rispetto e conservazione del tessuto storico preesistente. Questa tematica è stata declinata in vari modi da quegli architetti che nella storia si sono trovati ad affrontare il tema del riuso e del restauro di … Leggi tutto Il rispetto della tradizione nell’opera di Guido Canali a Parma